LTBF Onlus presente con un proprio stand alla 48^ edizione di OROCAPITAL, importante punto di riferimento nel settore della gioielleria e argenteria Made in Italy.

 
Dopo il convegno dedicato al Lusso Responsabile (presso la Camera dei Deputati), la conferenza stampa di presentazione del progetto Gioiello Etico – Ethical Jewel tenutasi al Parlamento Europeo, la partecipazione ad importanti Fiere di settore e l’organizzazione di diversi convegni e workshop, ecco una nuova occasione pubblica di riflessione sull’eticità nella filiera produttiva dei preziosi, offerta dalla Onlus di Irene Pivetti.
 
LTBF Onlus, attenta ai temi di eticità e responsabilità sociale, sin dalle sue origini si è interessata alla trasparenza delle filiere produttive. Da qui nasce il Gioiello Etico – Ethical Jewel (GE-EJ) programma per la promozione della trasparenza della filiera produttiva dei preziosi. Le parole chiave del programma sono: eticità dei rapporti sociali, rispetto del diritto/dovere al lavoro e alla salute, rispetto dell’ambiente.
 
LTBF Onlus intende innescare un meccanismo virtuoso che, a partire dall’individuazione di buone pratiche in seno all’intera filiera produttiva, conduca alla regolamentazione delle stesse quali norme del mercato orafo, argentiero e affini.
In particolare, LTBF Onlus identifica come centrale il tema della tracciabilità, dall’estrazione dei materiali preziosi alla commercializzazione del prodotto finito, con una attenzione privilegiata all’eticità dei rapporti sociali.
 
Il programma si sviluppa su tre livelli:
 
AZIONI DI FILIERA:
  • Individuazione, in salvaguardia della salute degli operatori, di tecniche di raffinazione ecologiche compatibili con un efficiente modello di business
  • Definizione di parametri oggettivi per l’importazione della materia prima prodotta dalla “filiera etica”
 
AZIONI DI RESPONSABILITA' SOCIALE:
  • Sensibilizzazione ed elaborazione culturale sul tema dell’eticità del gioiello, e del suo processo produttivo, rivolta sia alle aziende sia ai consumatori. In particolare, LTBF organizza o promuove convegni, workshop, seminari;
  • Elaborazione culturale del tema attraverso la produzione di materiale audiovisivo, pubblicazione di volumi dedicati all’oro e al gioiello, o alla sua filiera industriale, ma anche promozione di mostre d’arte e di gioielli;
  • Partecipazione a fiere commerciali del settore orafo al fine di portare, grazie alla propria presenza, l’opera di sensibilizzazione a contatto con un numero crescente di imprese.
 
PARTNER:
LTBF Onlus sviluppa il suo programma sulla trasparenza della filiera produttiva dei preziosi grazie al coinvolgimento e alla collaborazione delle Istituzioni, europee e nazionali, di laboratori  e di Istituti di ricerca, di esperti del settore, di Associazioni di categoria. 
In riconoscimento dell’impegno verso la promozione del valore dell’eticità dei preziosi, LTBF Onlus è stata nominata membro della Confederazione internazionale degli orafi C.I.B.J.O. - The World Jewellery Confederation
 
COLLABORANO AL PROGETTO:
  • TRASVERSALE, Studio di consulenza che collabora al coordinamento del progetto;
  • CATTID - Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche di Istruzione a Distanza, per l’individuazione di nuove soluzioni tecnologiche volte a garantire la tracciabilità della produzione di preziosi;
  • ICEA - Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale, per l’elaborazione di standard etici, di trasparenza e per lo sviluppo di schemi di certificazione efficaci; 
  • ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO per l’elaborazione dei sistemi di tracciabilità;
  • ITC – International Trade Centre, impegnata nello sviluppo di servizi volti a sup¬portare le imprese, con particolare attenzione al percorso etico della stessa;
  • SIMEST – Società italiana per le imprese all’estero, impegnata nell’internazionalizzazione delle imprese italiane; 
  • Comune di Roma, per mezzo dell’Assessorato alle Attività produttive, al Lavoro e al Litorale, partner con il quale LTBF Onlus sta sviluppando un progetto sulla valorizzazione delle botteghe orafe, in linea con i canoni di attenzione all’eticità della filiera produttiva dei preziosi.
 
Il progetto Gioiello Etico – Ethical Jewel è stato presentato in sede di conferenza stampa al Parlamento Europeo con la partecipazione dei due Vice Presidenti On. Gianni Pittella e On. Roberta Angelilli che hanno proposto la costituzione di un gruppo di lavoro parlamentare sulle tematiche inerenti la tracciabilità della produzione dei preziosi. Per la definizione delle indicazioni da portare al decisore, è previsto un tavolo di lavoro internazionale che si terrà a Roma con scadenza annuale.