INVITO

Learn To Be Free Onlus
presenta
IDENTITA' FILM FESTIVAL

7 - 8 Luglio 2010, ore 18.00 – 24.00 (Ingresso gratuito)
CINEMA TREVI - Vicolo del Puttarello, Roma

Inaugurazione:
Mercoledì 7 Luglio 2010 ore 18.00


Al via il 7 luglio 2010 a Roma la prima edizione dell’ IDENTITA’ FILM FESTIVAL, rassegna cinematografica organizzata nell’ambito del FESTIVAL DELLE IDENTITA’, un grande progetto internazionale ideato da Learn To Be Free Onlus di Irene Pivetti e patrocinato da ONU (U.N.R.I.C. – United Nations Regional Information Centre for Western Europe), Università degli Studi di Parma, Comune di Parma,  Comune di Berceto, Provincia di Parma e Regione Emilia-Romagna, che si svolge da marzo a novembre 2010 tra Berceto, Parma, Roma, New York e Malta.

Il programma dell’IDENTITA’ FILM FESTIVAL parte dal CINEMA TREVI di Roma dove, nelle serate del 7 e 8 luglio 2010, si terranno le proiezioni della sezione Documentari, che prevede la partecipazione di opere provenienti da: Argentina, Cina,  Egitto, Finlandia, Germania, Giappone, Italia, Malta. Ogni documentario verrà introdotto da registi, produttori e rappresentanti degli Istituti di Cultura e delle Ambasciate che partecipano con produzioni dei loro paesi.

Irene Pivetti, presidente di LTBF Onlus, introduce la prima edizione dell’IDENTITA’ FILM FESTIVAL.

Dopo l’anteprima romana la rassegna proseguirà con le sezioni Lungometraggi e Video-clip, con opere provenienti da tutto il mondo che verranno proiettate a Parma (Cinema Arena D’Azeglio, 27 - 28 luglio 2010) e Berceto (Casa della Gioventù, 29 luglio – 1 agosto 2010). A Berceto verrà inoltre organizzata una retrospettiva dedicata ai nativi d’America. Altre manifestazioni accompagneranno l'IDENTITA' FILM FESTIVAL, che si chiuderà il 30 di ottobre con il Premio  Luigi Malerba di Narrativa e Sceneggiatura (vedi il bando su www.festivaldelleidentita.it) .

La rassegna cinematografica è organizzata in collaborazione con le Ambasciate Estere in Italia, gli Istituti di Cultura e la Polifemo Srl, con il supporto di Gruppo Cremonini, Aperitivocorto, Downlovers, Proagency.
Il Festival delle Identità e l’IDENTITA' FILM FESTIVAL aderiscono al circuito di festival indipendenti Cinenet Festival.

Le proiezioni saranno precedute da un cocktail di benvenuto e da una visita guidata del sito archeologico sottostante il Cinema Trevi.

PROGRAMMA

CINEMA TREVI - 7 LUGLIO  (ore 18.00-24.00)

Änca incÖ
(Anche oggi)
Italia, durata 60 min.
regia Giacomo Agnetti
2009
Nella suggestione del bianco e nero, lo scorrere tranquillo del tempo a Berceto, paese arroccato sui monti dell'Appennino tosco-emiliano, fra tradizioni e abitudini che si ripetono immutabili nei secoli e danno equilibrio e identità all'intera comunità.

My Dad, My Mom
P. R. China, durata 30 min.
regia Jiao Bo
2005
La struggente  testimonianza d'amore che un grande fotografo cinese, Jiao Bo, dedica ai propri genitori: attraverso fotografie e testimonianze filmate, le esistenze di un padre e di una madre si trasformano in un prezioso affresco storico e culturale di un piccolo paese sperduto fra le montagne della provincia cinese dello Shandong.

The Isle
Malta, durata 6 min. circa
regia Kenneth Scicluna
2004
Questo corto maltese unisce in sé la potenza dell'horror d'alta scuola alla lucidità del documentario etnografico, contrapponendo due identità culturali, l'arte fotografica da una parte, i costumi e le tradizioni di una piccola comunità insulare dall'altra, in un insanabile conflitto che non ha vincitori, ma solo morte.      

Salaam Viterbo
Egitto, durata 38 min.
regia Maged El-Mahdi
2009
Vincitore del Premio Giornalistico Internazionale Gino Votano per il miglior documentario 2009, Maged El Mahdi ha conquistato il riconoscimento per “ la strordinaria forza e leggerezza del suo linguaggio e la sottile saggezza con cui guarda alle questioni dell’integrazione e per la bellezza con cui mostra i valori tradizionali di un’intera comunità all’interno del bacino del Mediterraneo”.

Henna Leu'dd
Finlandia, durata 25 min.
regia Heikki Huttu-Hiltunen
2001
Altra perla d'identità culturale, perduta ai confini del circolo polare artico, il popolo dei Sami intraprende quotidianamente la sua battaglia per non scomparire, cancellato dall'onda lunga e avvolgente del modello culturale occidentale.

Rhythm is it!
Germania, durata 100 min.
regia Thomas Grube e Enrique Sànchez Lansch
2004
Nella Berlino multietnica del nuovo millennio, la Berliner Philharmoniker diretta da Simon Rattle e i coreografi Royston Maldoom e Susannah Broughton compiono il miracolo: 250 studenti, svogliati, distratti, totalmente a digiuno di danza, vengono trasformati in ballerini e portati sul palcoscenico con La sagra della Primavera di Igor Stravinskji.

CINEMA TREVI - 8 LUGLIO (ore 18.00-24.00)

Gente d'Alpe
Italia, durata 42 min.
regia Giovanna Poldi Allai, Filippo Lilloni, Sandro Nardi
2010
Certo, le circostanze non sono favorevoli... dice la canzone e par proprio di essere in un mondo a parte fra questa gente dell'Appennino, a cavallo fra la ricca pianura padana e la turistica Versilia; gente che ha scelto la via del nomadismo, seguendo gli animali al pascolo e i propri sentimenti, i ritmi lenti del tempo e il mutare delle stagioni.

Kabuki
Giappone, durata 20 min.
2006
Le maschere della cultura: la storia del teatro kabuki ha un respiro di quattro secoli. Questo documentario offre uno spunto a chi desideri inoltrarsi nell’esplorazione di questa affascinante e complessa arte, fatta di recitazione,  canto, pantomima, danza, eseguita da attori di sesso maschile.
    
Football Under Cover

Germania, durata 87 min.
regia Ayat Najafi, David Assmann
2008
Nuovamente la multietnica Berlino e una passione, il calcio, compiono il miracolo e quel che appariva impossibile, si realizza: portare a Teheran una squadra femminile tedesca, il BSV AL-Dersimspor di Kreuzberg, per giocare una partita con la nazionale femminile iraniana. Un incontro di calcio che, ben presto, diviene una rara opportunità per tentare di comprendere un universo femminile.

Moile... Moile...
(piano… piano)…
Italia, durata 50 min. circa
regia Umberto Asti
1990
Da un'alba all'altra. Sull'isola di Siberut, arcipelago delle Mentaway, Oceano Indiano. Umberto Asti, documentarista e produttore indipendente, fuori da ogni logica di mercato e da ogni commento invasivo, affida alle immagini, ai suoni della natura e degli esseri umani, il compito di presentare un mondo che, pur sembrandoci arcaico, raccoglie in sé, concettualmente, i cardini fondamentali di un nuovo e rivoluzionario equilibrio fra natura e cultura.

Agujeros en el techo: mujeres de la Villa 20
Argentina, 125 min.
regia Malena Bystrowicz
2007
Siamo nella terra degli invisibili, periferia sud di Buenos Aires, ma potrebbe essere Roma o Palermo: un buco nel tetto può far entrare la pioggia, ma anche la telecamera di Malena Bystrowicz. Dedicato alle mujeres, alle donne e alla loro voglia di combattere per la vita di coloro che amano.