La vincitrice della terza edizione del Premio Luigi Malerba di Narrativa e Sceneggiatura è Frediana Fornari, con Giorni d’inverno, che verrà pubblicata dalla casa editrice MUP di Parma. «La sceneggiatura vincitrice possiede una struttura robusta e un buon ritmo narrativo, con tante idee. La profondità dell’impianto narrativo e il talento nello sviluppo della trama ne fanno una lettura appassionante». È quanto ha sostenuto il regista Giuliano Montaldo, uno dei giurati. Originaria di Parma, la sceneggiatrice vive tra la Versilia e Firenze e ha realizzato diversi documentari selezionati da numerosi festival.

 A decretare la sua vittoria una prestigiosa giuria: Irene Pivetti, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale LTBF – Learn To Be Free Onlus, Anna Malerba, Irene Bignardi, scrittrice e critica letteraria e cinematografica, il regista Giuliano Montaldo, il produttore Roberto Gambacorta, l’attore Roberto Nobile, Ornella Scarpellini della Direzione Generale Promozione Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri, Michele Guerra, docente di cinema presso l’Università degli Studi di Parma, Mauro Francesco Minervino consulente editoriale del Mup, la Professoressa Teresa Miodini, che ha coordinato il lavoro di una classe del Liceo Artistico P. Toschi di Parma. Sono intervenuti anche Alessandro Occhipinti, segretario generale del FUIS e il Prof. Giovanni Organtini, docente di Fisica all’Università di Roma “Sapienza” e membro dell’équipe del CERN che indaga sul Bosone di Higgs e Giovanni Sciola, in rappresentanza della Direzione Generale del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri, che diffonde il premio Malerba attraverso gli istituti di cultura.

Al secondo posto si è classificato Il Colpo di  Marco Bergami, mentre terzo classificato è risultato La casa nel bosco di Giorgio Pirazzini.